venerdì 9 giugno 2017

Signor Giudice, mi sento tra l'anguria ed il martello






































Chi non piscia in compagnia ....

Il noto capomafia Don Calò Vizzini usava spostarsi da Villalba a Palermo con una vecchia autovettura nera (siamo nell'immediato dopoguerra) e un autista di
nome Peppe. Il viaggio allora durava 4 ore.
Un tempo quindi più che sufficiente per formarsi nella vescica di Don Calò di una abbondante secrezione liquida.

Giunto al Foro Italico di Palermo (allora periferia del capoluogo siciliano), Don Calò usava scendere dall'auto, si appoggiava alle antiche mura di cinta
della città, e soddisfaceva le sue esigenze fisiologiche.

Un giorno, però un vigile urbano notò l'insolita fermata e avvicinandosi, ingiunse a Don Calò di smetterla e di fornire le generalità perchè doveva multarlo per 50 lire.

Don Calò non digerì l'affronto e con iattanza
(avrebbe potuto fare una mattanza) rispose:
"Ecco a lei una banconota da 100 lire (pecunia olet)".

Il vigile allora obiettò che non aveva il resto.
Don Calò imperturbabile, infilando la mano nell'impermeabile:
"Non si preoccupi ... Non si preoccupi. Risolvo io la questione".

E rivolgendosi all'autista gridò: "Peppe ... piscia che è pagato!".



Lino Buscemi, avvocato, docente di Comunicazione pubblica,
giornalista pubblicista, dirigente della Regione Siciliana,
già funzionario ispettore della Commissione Antimafia dell’ARS,
è osservatore attento della realtà siciliana.
Ha pubblicato numerosi saggi, monografie e articoli
su argomenti di carattere sociale, storico e giuridico
e per Navarra Editore ha già pubblicato Sconosciuti &
Dimenticati. Monumenti, luoghi e personaggi di Palermo.

Antonio Di Stefano, ha pubblicato tra gli altri:
-Dottore ho i dolori aromatici (Mondadori),
-Non prenda niente tre volte al giorno (con Pippo Franco, Mondadori),
-Qui chiavi subito (con Pippo Franco, Mondadori),
-L’occasione fa l’uomo ragno (con Pippo Franco, Mondadori),
-L’ultimo chiuda la morta (con Lino Giusti, Novantacento).

Roberto Mangosi, autore della copertina


Per acquistarlo clicca qui.

Nessun commento: