martedì 20 giugno 2017

Signor Giudice, mi sento tra l'anguria e il martello



Alcuni strafalcioni dello "Stupidario della Mafia":

- Signor Presidente, signor Giudice alato…

-Cartello affisso sul frontone della
Chiesa Madre di Casteldaccia il 6 Novembre 1994:
PARROCCHIA MARIA SANTISSIMA IMMACOLATA
ARCIPRETURA DI CASTELDACCIA.
SIA LODATO GESU’ CRISTO,
MESSAGGIO A COLORO CHE HANNO
INTIMIDITO PADRE GINO SACCHETTI:
"ANDATE A FARVI FOTTERE"
DISTINTI SALUTI PADRE LEONARDO RICOTTA

-Poliziotto: – Cos’ha fatto alla testa?
"Ho sbattuto e mi sono fatto un binocolo!".

- Signor Presidente, io in quel periodo ero penitenziario

- No, per questa domanda mi astengo della facoltà di non rispondere

-Durante il confronto Calò- Buscetta
Calò:  "Signor Presidente, Buscetta in questo suo pentitismo…".
Buscetta:  "Pentitismo ci sei tu!".

-Magistrato: "Signor Greco, secondo lei, esiste la cupola?".
Michele Greco: "La cupola? Io conosco solo le cupole delle Chiese".

-Il 6 dicembre 1958 , un mese dopo l’eliminazione del boss Michele Navarra da parte di Luciano Liggio,
i fedeli di Navarra si riunirono per elaborare la vendetta.
Luciano Liggio, venutone a conoscenza, penetrò in paese con i suoi uomini e li attaccò.
Dopo avere ucciso tre componenti della banda rivale si diede alla fuga.
I navarriani superstiti inseguirono Liggio per le vie del paese sparando numerose schioppetate.
Vi furono feriti e furono uccisi due donne e una bambina di otto anni. Due giorni dopo, durante i funerali delle vittime, un cronista si avvicinò ad una vecchietta che seguiva le bare invocando:
figghiu miu…figghiu miu… ”.
Le chiese chi era stato ammazzato e lei, guardandolo con gli occhi pieni di lacrime: –
"Ma perchè, ci sono morti? ".

Lino Buscemi, avvocato, docente di Comunicazione pubblica, giornalista pubblicista, dirigente della Regione Siciliana, già funzionario ispettore della Commissione Antimafia dell’ARS, è osservatore attento della realtà siciliana. Ha pubblicato numerosi saggi, monografie e articoli su argomenti di carattere sociale, storico e giuridico e per Navarra Editore ha già pubblicato Sconosciuti & Dimenticati. Monumenti, luoghi e personaggi di Palermo (2009).

Antonio Di Stefano, ha pubblicato tra gli altri:
Dottore ho i dolori aromatici (Mondadori),
Non prenda niente tre volte al giorno (con Pippo Franco, Mondadori),
Qui chiavi subito (con Pippo Franco,Mondadori),
L’occasione fa l’uomo ragno (con Pippo Franco, Mondadori)
L’ultimo chiuda la morta (con Lino Giusti, Novantacento)

Roberto Mangosi, autore della copertina.


Per acquistarlo  clicca qui





Nessun commento: