domenica 26 novembre 2017

Siamo seduti su di un vulcano

E, si sà:
chi dorme sul vulcano,
mica ha il cervello sano.
Pian panino, sorseggiando una birra,
mi spiegherò come una Repubblica sia
ormai, purtroppo, arrivata alla frutta ... mista!





Tanti anni fà, iniziò la storia del "Debbito Pubblico"
(volutamente scritto con 2 "b" per sottolineare l'impagabilità).
In parole indigenti, ma ricche di significato:
si cominciò a spendere più di quello che s'incassava.
Questo perchè i politici, per sistemare i loro galoppini,
s'inventarono lavori inutili e, quindi, si diedero all'ippica!

Cominciarono a creare posti di lavoro nel terziario, a tinchitè.
Ecco perchè ,oggi, essendoci molto terziario
"avanzato" e non funzionando più il frigo ...

Per esempio: se nel 1992 non ci fosse stato
il crollo della Prima Repubblica,
sarebbero comparsi gli Entrieri.
Voi vi chiedete che compito avrebbero avuto gli Entrieri.
Se tu vai in un Ufficio Pubblico e cerchi l'uscita,
a chi ti rivolgi? All'Usciere, naturalmente!
Se tu vai in un Ufficio Pubblico e cerchi l'entrata,
a chi ti rivolgi?
Hai visto com'era necessaria la figura dell' Entriere?

Ecco perchè, a tempo debito (con una "b"
per sottolineare l'imminenza dell'evento),
ci sarà il REDDE RATIONEM.

Eh sì, perchè, come disse la cicala,
"Come minchia si fà a non capire dove
si sarebbe andati a frinire?".
Lo sanno anche i somari (si studia già all'asìno nido) che,
se tu guadagni 2.000 € al mese e ne spendi 3.000,
rima o poi, fai la fine del poeta:

senza un soldo in tasca e, tra le mani, il Passero Solitario!


(Da "fallire e non far lire? Questo è il problema" di Lino Giusti)

Nessun commento: